Proverbi popolari sul maiale

Sua Maestà il Maiale nella cultura popolare

Valceno in Tavola

Proverbi popolari sul maiale

 

“Se al gugnèin al n’è ancùra mort par l’Epifania,  l’è in agunia!”
Se il maiale non è ancora morto per l’Epifania, è in agonia

 

 

“Par San Valintèn mez pan e mez vèn, tùt la lardaia e mez l’invernaia”
Per San Valentino la dispensa deve essere provvista di mezzo frumento e mezzo vino, tutti i prodotti del maiale e metà foraggio per le bestie

 

 

“A spusères a se sta bèn un mes, a masèr al gugnèin a se stà bèn un àn”                                               Sposandosi si sta bene un mese, ammazzare il maiale si sta bene un anno

 

 

At ghè na testa c’an la magna gnanca i gugnèin
Hai una testa che non la mangiano nemmeno i maiali ( testa dura )

 

 

Prima ed tòr al gugnèin, mè fèr sù l’stabi
Prima di comprare il maiale, occorre costruire il porcile

 

 

“ Sa ghè un pum bòn al va a fnìr in buca ai gugnèin!”
Se c’e una mela buona va a finire in pasto ai maiali ( a chi non l’apprezza)

 

 

“I gugnèin e i fiò cme ti a tir sù, a te ti a cat”
I maiali e i figli, come  li allevi, te li ritrovi

 

 

“I gugnèn e i fio di paisan ien bei da picèn e basta!”
I maiali e i figli dei contadini sono belli solo da piccoli!

 

 

“ Gugnèn pulì al ne fù mai gràss!”
Maiale pulito non fu mai grasso

 

 

“Sa manca al gràss, a dvènta bonna anca la cùdga”
Se manca il lardo, diventa buona anche la cotica

 

 

“Al gugnèin al viva e al mòra in t’la spùrcisia, ma insima a la tèvla l’è na gran dèlisia!”
Il maiale vive e muore nella sporcizia, ma sul tavolo è una gran delizia!

 

 

“Gras e mèghèr mia dal tùt, tel chì al bon dal parsùtt!”
Grasso e magro non del tutto, ecco il pregio del prosciutto

 

Articolo inserito il 01/01/2010

Share |